Cava di Arenaria

Presso uno dei cancelli del parco ci sono una serie di cave di arenaria in cui spicca per altezza la grande cava di via Caversaccio.

Fu in uso fino agli anni ’40 circa per poi essere abbandonata a causa della sua pericolosità. L’altezza era diventata notevole, oltre 20 metri, e l’arenaria iniziava ad essere meno pura e ricca di inclusioni, alcune di grandi dimensioni.

Sono ancora visibili i segni degli scalpelli e degli attacchi dei ponteggi.

Di fronte a questa, una più piccola cava conserva ancora in situ una macina che si spezzò durante la fase di estrazione dalla roccia di base.

In tuttala Spina Verde sono presenti numerose cave di arenaria, alcune in ottimo stato di conservazione, sfruttate fin dall’antichità.

GPS: N 45° 48’ 07” - E 09° 03’ 41”


 

ozio_gallery_nano

Il nostro Blog

  • Solstizio d'Inverno 2019 alla Fonte Mojenca
    Come ormai da tradizione trentennale anche quest'anno il Gruppo Archeologico Comasco “Ulisse Buzzi” ONLUS ha organizzato l’incontro presso…
    07/12/2019 - 08:48
  • Donaci il tuo 5 per mille!
    Donaci il tuo 5 per mille! Donando il tuo 5 per mille al Gruppo Archeologico Comasco contribuirai a sostenere le attività di ricerca archeologica…
    14/06/2019 - 11:02

Contattaci

  • homeGruppo Archeologico Comasco Ulisse Buzzi ONLUS
  • phone+39 031.283678 (9:30 - 18:30)
  • mailinfo@gacom.it
  • mapvia Santa Caterina da Siena 11, 22066 Mariano Comense (CO), Italia

Siamo anche su i Social Network

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione